banner  

top1 top1 top1 top1 top1 top1 top1
Home
Chi siamo
Dove siamo
Editoriale
Archivio news
Uff. immigrazione
Scadenze mensili
Download
Links
FAQ
Cerca nel sito
Contattaci
Area clienti
Privacy-policy

login




 
news
Fondo di Tesoreria INPS, il calcolo del limite dimensionale

DICHIARAZIONI
13.10.2017
L’obbligo di versamento al Fondo di Tesoreria riguarda i datori di lavoro del settore privato, esclusi i datori di lavoro domestico, che abbiano alle proprie dipendenze almeno 50 addetti, in riferimento ai lavoratori per i quali trova applicazione la disciplina codicistica del trattamento di fine rapporto

Per le aziende in attività al 31 dicembre 2006, il limite dimensionale delle 50 unità doveva essere calcolato prendendo a riferimento la media annuale dei lavoratori in forza nell’anno 2006; per le aziende che, invece, inizino l’attività successivamente, si prende a riferimento la media annuale dei lavoratori in forza nell’anno solare di inizio. Nel predetto limite, si computano tutti i lavoratori con contratto di lavoro subordinato, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro e dall’orario di lavoro. I lavoratori “somministrati” sono computati in capo all’impresa di somministrazione e non in capo all’utilizzatrice; i lavoratori “distaccati” all’estero o in Italia rientrano, invece, nella forza aziendale del distaccante, in quanto titolare unico del rapporto di lavoro.

In ogni caso, l’obbligo di versamento non sussiste con riferimento a:

– lavoratori con rapporto di lavoro a tempo determinato di durata inferiore a 3 mesi; in caso di eventuale proroga, l’obbligo del versamento decorre dal periodo della proroga. In ogni caso, l’esclusione dall’obbligo non riguarda i lavoratori con contratto a tempo indeterminato, anche se il relativo rapporto si interrompa prima dei 3 mesi;

– lavoratori stagionali del settore agro-alimentare per i quali il termine non è prestabilito ma è legato al verificarsi di un evento (per esempio, il termine della campagna saccarifera);

– lavoratori a domicilio;
– impiegati, quadri e dirigenti del settore agricolo (assicurati per il TFR presso l’ENPAIA);
– lavoratori per i quali i CCNL prevedano, anche mediante rinvio alla contrattazione di secondo livello, al posto dell’accantonamento, la corresponsione periodica delle quote maturate di TFR;

– lavoratori per i quali i CCNL prevedono, anche mediante rinvio alla contrattazione di secondo livello, l’accantonamento delle quote maturate di TFR presso soggetti terzi;

– lavoratori assicurati presso il “Fondo di previdenza per gli impiegati dipendenti dai concessionari del servizio di riscossione dei tributi delle altre entrate dello Stato e degli Enti pubblici” e i lavoratori iscritti al “Fondo delle abolite imposte di consumo”, in quanto assoggettati a specifica disciplina in materia di trattamenti di fine rapporto (prestazioni in capitale).







Studio Borriero Services S.r.l. Via Veneto 2/C - 36015 SCHIO (VI) Tel. 0445 576144 - Fax 0445 576146 info@studioborriero.it
iscritta al n. 02236410243 del Registro Imprese di Vicenza - iscritta al n. 216385 R.E.A. di Vicenza - capitale sociale 45.500,00 i.v. - Privacy-policy